Comunicazioni sugli orari delle lezioni

Lettera del Direttore agli studenti

Care studentesse, cari studenti,

come ogni anno, subito dopo la pubblicazione degli orari delle lezioni, riceviamo osservazioni o lamentele rispetto a quanto da noi deciso. Pur comprendendo le ragioni di quanti fanno obiezioni, vi prego di considerare che l'orario è stato frutto di un lungo e faticoso lavoro, che ha impegnato molte persone, sia docenti che amministrativi, e non certo il risultato di un lavoro improvvisato. Purtroppo, i numerosi vincoli organizzativi che vanno tenuti presenti nella predisposizione dell’orario non permettono di raggiungere i risultati che vorremmo. In buona sostanza, vi invito a tener conto del fatto che non esiste un orario ideale, che possa andar bene a tutti.

Chiedere la non sovrapposizione degli esami a scelta è una richiesta impossibile da realizzare, posto che ciascuno studente è appunto libero di inserire l’esame che preferisce. Sono moltissimi gli studenti che inseriscono nei loro piani formativi esami di altri Dipartimenti e di altre Facoltà, ed è evidente che garantire la non sovrapposizione è impossibile. Ma ciò è impossibile anche per materie dello stesso corso. Se oggi decidessimo di  accogliere la richiesta di uno studente perché ha una sovrapposizione tra un esame obbligatorio e un esame opzionale inserito tra quelli a scelta, è molto probabile che ne scontenteremmo altri, creando altre possibili sovrapposizioni.

Anche rispetto alla distribuzione delle ore di lezione nell’arco della settimana, vi invito a tener conto del fatto che occorre contemperare le istanze delle diverse tipologie di studenti.  Fare lezione dalle 17 alle 20 è ad esempio una richiesta che ci proviene da un folto gruppo di studenti lavoratori; distribuire le ore su più giorni può far comodo a chi risiede a Roma, che può studiare nel pomeriggio, ma scontenta i fuori sede che ci chiedono di concentrare il più possibile le lezioni in pochi giorni.

L'orario, quindi, viene faticosamente costruito cercando di non dimenticare nessuno.

Negli anni scorsi, spesso a causa di problemi non dipendenti dal Dipartimento (in particolare la disponibilità delle aule), è stato per noi difficile (e in alcuni casi impossibile) garantire la non sovrapposizione addirittura per gli esami obbligatori dei corsi.

Il risultato raggiunto quest’anno  garantisce a tutti gli studenti la possibilità di seguire tutti i corsi obbligatori o opzionali. Molti studenti saranno stati fortunati perché il loro esame a scelta ha un orario compatibile con il percorso obbligatorio, e altri studenti saranno invece delusi perché questo non si è avverato. Questi ultimi potranno, se vogliono, annullare il loro piano formativo, inviando una mail alla segreteria didattica e indicando la loro matricola. La segreteria annullerà il percorso e lo studente potrà, alla luce degli orari disponibili, scegliere un altro esame (sempre selezionandolo da tutti i corsi della Sapienza), e ricompilare quindi un nuovo piano, seguendo le indicazioni riportate al link http://www.coris.uniroma1.it/percorso-formativo.

Anche per quanto riguarda la dislocazione delle lezioni, è stato fatto tutto il possibile per ridurre al minimo i disagi; come sapete, la dismissione della sede di Via Principe Amedeo ci ha messo nella condizione di dover utilizzare tre sedi diverse; abbiamo cercato di ridurre al minimo gli spostamenti, e quando ciò non è stato possibile, essenzialmente a causa delle mutuazioni, sono stati previsti spazi orari liberi che consentissero di raggiungere agevolmente le diverse sedi.

Vi assicuro che abbiamo registrato e terremo in seria considerazione le vostre esigenze e le vostre segnalazioni; esse sono per noi preziose per cercare in futuro di raggiungere insieme risultati migliori.  https://ssl.gstatic.com/ui/v1/icons/mail/images/cleardot.gif

Un caro saluto
Il Direttore del Dipartimento
prof. Bruno Mazzara

Suggerita a

Mercoledì, 15 Febbraio, 2017