Premio di laurea "Davide Imola"

Diritti, tutele e rappresentanza del lavoro autonomo e/o freelance

La Fondazione Di Vittorio, con la CGIL, NIDIL, FILCAMS, FILCTEM, FILLEA, FIOM, FISAC, FLAI, FLC, SLC, SPI , AGENQUADRI, STRADE, COLAP, CONFASSOCIAZIONI, CONFPROFESSIONI, ACTA, ANA, CIA, Ass. XX Maggio, Professione In Famiglia, Rete della Conoscenza, UDU, nell’intento di incoraggiare e sviluppare gli studi inerenti i temi del lavoro autonomo, professionale e freelance, promuove un concorso annuale per premiare una tesi di laurea specialistica ed una tesi di dottorato di ricerca di particolare interesse scientifico e sociale.

La tesi dovrà trattare almeno una delle seguenti tematiche:

  • Modalità di ingresso nel mondo del lavoro;
  • Valore economico, sociale e storico, del nuovo lavoro autonomo e del lavoro intellettuale e cognitivo;
  • Conseguenze economiche, sociali, storiche, demografiche e psicologiche dell’aumento dell’autonomia nel lavoro a prescindere della tipologia di contratto;
  • Condizione del lavoro autonomo nell’Italia e nell’Europa del terzo millennio;
  • Organizzazione e rappresentanza sindacale e associativa del lavoro atipico e delle professioni;
  • Cessione del diritto d’autore, lavoro nella sharing economy: quali diritti e quali tutele per chi lavora con contratti che si applicano a forme di lavoro particolari.

Il premio “Davide Imola” è suddiviso in aree, aperte rispettivamente a: dottori di ricerca o titolari di specializzazione che hanno ottenuto il titolo in qualsiasi disciplina; laureati di Laurea Magistrale o magistrale a ciclo unico di qualsiasi università italiana.

I partecipanti devono aver discusso la propria tesi nel biennio antecedente la data di scadenza del bando.

Le domande di partecipazione vanno consegnate entro e non oltre il 30 marzo 2017.

Per tutte le informazioni e il bando di ammissione: www.cgil.it

Suggerita a

Monday, 10 October, 2016