Come si partecipa

La partecipazione al Programma Erasmus+ per fini di studio, da parte degli studenti iscritti ai corsi di laurea erogati al Dipartimento di Comunicazione e Ricerca Sociale, avviene concorrendo al Bando che il Dipartimento Coris pubblica sul sito intorno alla fine di gennaio di ogni anno. Le borse assegnate saranno utilizzabili nell'anno accademico successivo a quello di pubblicazione del bando.

Pre-requisiti
I pre-requisiti generali sono:

  • essere iscritti alla Sapienza, anche per tutto il soggiorno di studio Erasmus, ed in regola con il pagamento delle tasse universitarie
  • essere studenti iscritti ai corsi di laurea o ai corsi di Dottorato erogati al Dipartimento di Comunicazione e Ricerca Sociale
  • avere un’adeguata conoscenza della lingua straniera nella quale si seguiranno i corsi, corrispondente al livello richiesto dalla sede ospitante

Altri requisiti specifici sono indicati nel bando.

Il bando 

Per partecipare al programma Erasmus+ per fini di studio, è necessario compilare un modulo di candidatura on-line disponibile ad un indirizzo web indicato nel bando in cui sono elencate tutte le sedi con le quali il Dipartimento ha attivo, nell’anno di riferimento, un accordo per la mobilità studentesca (v. “Università partners”).
E’ possibile presentare domanda per non più di due sedi.

La domanda e le selezioni

Nella domanda va indicato il piano di studio (Learning Agreement) che si intende svolgere all’estero. A tal fine è utile consultare i siti web delle sedi indicate nel bando e la documentazione eventualmente disponibile presso il Responsabile Amministrativo Erasmus di Facoltà. 
I progetti riguardanti lo svolgimento di tesi di laurea o di dottorato devono essere preventivamente concordati con il docente promotore dell’accordo. Il bando resta aperto almeno per 30 giorni. La sua scadenza è fissata solitamente dopo il termine della sessione di esami relativa ai mesi di gennaio /febbraio, per permettere agli studenti di inserire nella domanda anche gli esami sostenuti in quella sessione.
Una prima graduatoria sarà formulata tenendo conto del numero di crediti acquisiti e della media dei voti riportati applicando una specifica formula di calcolo resa nota nel bando.
Gli studenti, suddivisi per sede di destinazione, saranno quindi convocati per un colloquio e/o una prova scritta finalizzati ad accertare le competenze linguistiche e la motivazione. Le modalità con le quali si svolge la prova vengono definite dal docente promotore dell’accordo. Al colloquio viene ammesso un numero di candidati almeno triplo rispetto al numero di borse disponibili.
La prova sarà valutata da un’apposita Commissione composta dal Responsabile scientifico Erasmus di Facoltà – area comunicazione, dal docente promotore dell’accordo bilaterale con la sede per la quale si è presentata la domanda (i nominativi dei responsabili degli accordi sono indicati nel bando), dal Responsabile amministrativo Erasmus e da un ex-borsista Erasmus quale garante dei diritti degli studenti. Il punteggio acquisito nel colloquio viene sommato a quello acquisito nella prima selezione, determinando il punteggio finale e quindi la graduatoria definitiva. L’obiettivo è comunque quello di assegnare ogni anno la totalità delle borse disponibili e quindi, in caso di rinuncia dei vincitori, saranno contattati gli studenti successivi in graduatoria.

Studenti dei Corsi di Dottorato

Per tutte le sedi che prevedono la mobilità di livello 3, possono candidarsi gli studenti iscritti ai seguenti corsi di Dottorato del Dipartimento di Comunicazione e ricerca sociale:

  • Scienze della Comunicazione
  • Metodologia delle scienze sociali
  • Comunicazione tecnologie società
  • Comunicazione ricerca innovazione