corso

Numero di crediti :6

Semestre : 1° semestre

Gestione e comunicazione degli eventi

Settore scientifico disciplinare : Sps/08

Numero di crediti :6

Tipologia corso:corso

lingua: italiano

Data inizio corso: Lunedì, 26 Settembre, 2016

Semestre : 1° semestre

Iscrizione al corso : Closed
Docenti:
Obiettivi formativi:

Finalità del corso: approfondire processi, metodi e tecniche dell’Event Management, quale dimensione centrale nelle dinamiche di gestione e comunicazione di eventi culturali. Nello specifico, il corso focalizzerà l’attenzione sulla centralità assunta, nell’era contemporanea, dalle fasi di ideazione, progettazione e promozione di eventi per enti pubblici, imprese e organizzazioni no profit. 

Attraverso lo studio di case histories, gli studenti potranno coniugare l’acquisizione di conoscenze teoriche, con la sperimentazione pratico-applicativa di saperi, metodi e tecniche.
Contenuto e articolazione del corso:

GESTIONE E COMUNICAZIONE DEGLI EVENTI

Prof.ssa Barbara Mazza

Prof. aggiunto Enrico Castrucci

Il corso intende fornire un quadro concettuale dell’Event Management. Nel dettaglio, dopo un breve excursus teorico sull’evoluzione dei principi e dei modelli gestionali e comunicativi, verranno approfonditi i paradigmi sociologici e culturologici relativi all’ideazione, alla gestione e alla promozione di eventi.

Il corso prevede l’analisi di case studies e la sperimentazione di metodi e tecniche di progettazione di eventi, anche attraverso la definizione delle fasi di progettazione e pianificazione di azioni comunicative. 

Il corso si svolge il lunedì e il martedì dalle ore 12 alle ore 14 in aula Blu2 (Città Universitaria)

Il programma del corso:

DATA

ARGOMENTO

Lunedì 26 settembre 2016

Lezione introduttiva

Martedì 27 settembre

Tassonomia dal macro al micro

Lunedì 3 ottobre

Il ciclo di vita dell’evento

Martedì 4 ottobre

Fondamenti di Event Management

Lunedì 10 ottobre

Modelli di analisi

Martedì 11 ottobre

L’impostazione del Project work

Lunedì 17 ottobre

L’ideazione: il processo

Martedì 18 ottobre

Gestire le sponsorizzazioni

Lunedì 24 ottobre

La gestione dei rapporti con il territorio

Martedì 25 ottobre

Dalla regia alla logistica

Lunedì 7 novembre

ESERCITAZIONE: Ideare l’evento

Martedì 8 novembre

La gestione economico-finanziaria

Lunedì 14 novembre

Il piano di fattibilità

Martedì 15 novembre

Piano di produzione e bilancio: prove di stesura

Lunedì 21 novembre

ESERCITAZIONE: Progettare l’evento

Martedì 22 novembre

Verifica dei lavori in corso

Lunedì 28 novembre

Comunicare l’evento: il confezionamento

Martedì 29 novembre

La costruzione di immaginari collettivi: tecniche e strategie

Lunedì 5 dicembre

Dalla promozione al reporting

Martedì 6 dicembre

ESERCITAZIONE: Presentare l’evento

Lunedì 12 dicembre

Valutare i rischi e fronteggiare gli imprevisti

Martedì 13 dicembre

Monitoraggio e valutazione

Lunedì 19 dicembre

ESERCITAZIONE: Valutare l’evento

Martedì 20 dicembre

Presentazione e discussione dei project work

 

Conoscenze e competenze che saranno acquisite:

Il corso intende fornire conoscenze specifiche di Event Management nell’ambito della gestione e comunicazione di organizzazioni pubbliche e private, profit e non profit. In particolare, gli studenti dovranno dimostrare, attraverso esercitazioni e simulazioni, la capacità di affrontare situazioni di pianificazione, come anche di risoluzione di crisi e di emergenze comunicative e la propensione a gestire la complessità e a prendere posizioni con evidenti risvolti di problem solving. L’analisi di casi concreti e l’applicazione del sapere a situazioni operative specifiche mediante la progettazione di processi comunicativi è funzionale a verificare la capacità di comprensione e di rielaborazione delle tecniche e delle strategie apprese, a dimostrare l’autonomia e la capacità nella gestione dei processi della comunicazione, mediante la realizzazione di progetti incentrati sull’organizzazione di eventi. 

Prerequisiti ed eventuali propedeuticità:
Modalità di valutazione dell'apprendimento e prova d'esame:

Prova orale.
Gli studenti che avranno frequentato il corso, potranno presentare i loro lavori anche in lingua inglese e/o spagnola (qualora l’ideazione del prodotto si rivolga a un contesto internazionale) e avvalersi di tecnologie multimediali. In questo modo, i corsisti potranno sviluppare le loro capacità creative e dimostrare il grado di apprendimento acquisito, mettendo in risalto le propensioni alla materia in termini concettuali, applicativi, gestionali e produttivi.

Per agevolare un’ottimale gestione della didattica, gli studenti prenotati all’appello che intendano rinunciare all’esame sono tenuti a cancellarsi formalmente e/o a comunicarlo tempestivamente ai docenti. In caso di mancata comunicazione della rinuncia all’esame, gli studenti non saranno ammessi all’appello successivo, anche se di sessione differente.

A chi è rivolto il corso:

Studenti del corso di laurea magistrale in Comunicazione, valutazione e ricerca sociale per le organizzazioni.

Per gli studenti che decidono di frequentare e sostenere questo insegnamento come esame a scelta:

l’insegnamento può essere abbinato al Laboratorio uffici stampa ed eventi (3 cfu) per coloro che l'hanno inserito nel piano di studi nel 2016-17 e sarà possibile concordare il programma d’esame con i docenti.

Come ottenere la tesi:

Gli studenti potranno richiedere un appuntamento via mail  per la presentazione di proposte e progetti di tesi, verificando preventivamente le modalità di assegnazione di seguito indicate:

§ frequenza di almeno un corso ufficiale tenuto dal relatore;

§ frequenza documentata del Laboratorio tesi di laurea e orientamento al lavoro;

§ redazione di un sintetico progetto di tesi (5-7 cartelle circa), che dovrà essere presentato personalmente al docente durante l’orario di ricevimento per l’approvazione e l’assegnazione di un tutor. L’elaborato dovrà includere: titolo provvisorio della tesi, abstract e schema/indice dei contenuti, bibliografia minima di riferimento e CURRICULUMdel candidato; ad esso dovrà essere inoltre allegato il personale portfolio delle competenze dello studente, elaborato nell’ambito del sopra menzionatoLaboratorio tesi di laurea e orientamento al lavoro;

§ partecipazione alle attività culturali e di approfondimento proposte dalla cattedra. Si consiglia vivamente anche la partecipazione ad almeno una delle attività di ricerca proposte dalla cattedra.

§ (per i quinquennalisti) la biennalizzazione dell’esame, con un programma concordato ad hoc con il relatore.

ELENCO DI TEMATICHE PROPOSTE DALLA CATTEDRA:

1.     La copertura mediatica dei grandi eventi: dagli old ai new media

2.     Il ruolo della sponsorizzazione nell’Event management

3.     L’evento come strumento di comunicazione aziendale

4.     L’evento come strumento di valorizzazione e promozione del territorio

5.     Eventi come forme di mobilitazione sociale

6.      L’evento nella comunicazione sportiva

7.      L’evento nella comunicazione turistica

8.      La promozione dell’evento: teorie, tecniche e processi

9.    La gestione del network relazionale: approcci e processi

10. Sport Event Tourism

Attenzione: Per poter ottenere l'autorizzazione alla discussione, la tesi deve essere stata compilata e approvata in tutte le sue parti almeno tre mesi prima della discussione

Metodi didattici:
  • Lezioni frontali,
  • Confronti con esperti,
  • Workshop
  • Simulazioni,
  • Role playing.
Modalità di valutazione della frequenza:

è ritenuta obbligatoria la partecipazione alle esercitazioni

Testi d'esame:

PROGRAMMA PER STUDENTI FREQUENTANTI

1. Materiale didattico d’aula fornito dal docente

2. Un testo a scelta fra: Cherubini S., Bonetti E., Iasevoli G.,Resciniti R., Il valore degli eventi. Valutare ex ante ed ex post gli effetti socio-economici, esperienziali e territoriali, Franco Angeli 2012 oppure Sorrentini A., Il business degli eventi sportivi: aspetti strategici ed operativi, Giappichelli, Torino, 2010, oppure Cercola E., Izzo F., Bonetti E., Eventi e strategie di marketing territoriale. I network, gli attori e le dinamiche relazionali, Franco Angeli 2010, oppure Bassi A., Tagliafico M., Il valore strategico della comunicazione nel project management. Dal piano di gestione, ai report, alla chiusura del progetto, Franco Angeli, Milano 2007; Mazza B., Giochi di retroscena. La comunicazione nel management sportivo, FrancoAngeli, Milano 2007.

3. Un articolo sui temi della gestione di eventi tratto da testi e/o riviste scientifiche internazionali a scelta dello studente e da concordare con il docente. 

4. Realizzazione di un project work che verrà definito in aula durante il corso. 

PROGRAMMA PER STUDENTI NON FREQUENTANTI

1. Argano L., Bollo A., Dalla Sega P., Vivalda C., Gli eventi culturali. Ideazione, progettazione, marketing, comunicazione, Franco Angeli, Milano, 2005

2-3. Due testi a scelta fra: Cherubini S., Bonetti E., Iasevoli G.,Resciniti R., Il valore degli eventi. Valutare ex ante ed ex post gli effetti socio-economici, esperienziali e territoriali, Franco Angeli 2012 oppure Sorrentini A., Il business degli eventi sportivi: aspetti strategici ed operativi, Giappichelli, Torino, 2010,oppure Cercola E., Izzo F., Bonetti E., Eventi e strategie di marketing territoriale. I network, gli attori e le dinamiche relazionali, Franco Angeli 2010; Bassi A., Tagliafico M., Il valore strategico della comunicazione nel project management. Dal piano di gestione, ai report, alla chiusura del progetto, Franco Angeli, Milano 2007; Mazza B., Giochi di retroscena. La comunicazione nel management sportivo, FrancoAngeli, Milano 2007.

4. Un articolo sui temi della gestione di eventi tratto da testi e/o riviste scientifiche internazionali a scelta dello studente e da concordare con il docente. 


Altri testi in alternativa potranno essere comunicati durante il corso.

 

Articoli che possono essere portati all'esame senza la necessità di doverli concordare:

Report 5:Post-Games Evaluation Meta-Evaluation of the Impacts and Legacy of the London 2012 Olympic Games and Paralympic Games S

Evaluating the perceived social impacts of hosting large-scale sport Evaluating the perceived social impacts of hosting large-

GETZ Event Tourism

John Horne and Wolfram Manzenreiter An introduction to the sociology of sports mega-event

Learning and knowledge transfer processes in a mega-events context Learning and knowledge transfer processes in a mega-events c

Martin Müller and Chris Steyaert 10. The geopolitics of organizing mega-events

Olympic Boomtown: The Social Impacts of ... Olympic Boomtown: The Social Impacts of a One-Time Mega-Event in Utah's Heber Valle

Robert Baumann and Victor Matheson Infrastructure Investments and Mega-Sports Events: Comparing the Experience of Developing a

Strategic alliances in sport tourism Strategic alliances in sport tourism, by Kennelly, Toohey, 2014

The effects of festival impacts The effects of festival impacts on support intentions based on residents’ ratings of festival p

Urban Tourism Research Urban tourism research. Recent progress and current paradoxes, by Ashworth, J. Page, 2010

Visitor attractions and events Visitor attractions and events Responding to seasonality, by Connell, J. Page, Meyer, 2014

What makes an event a mega-event What makes an event a mega-event? Definitions and sizes, by Martin Müller, 2014

Yawei Chen, Marjolein Spaans MEGA-EVENT STRATEGY AS A TOOL OF URBAN TRANSFORMATION: SYDNEY’S EXPERIENCE