corso

Numero di crediti :9

Semestre : 1° semestre

Teorie e tecniche della televisione

Settore scientifico disciplinare : SPS/08

Numero di crediti :9

Tipologia corso:corso

lingua: italiano

Data inizio corso: Wednesday, 19 September, 2018

Semestre : 1° semestre

Iscrizione al corso : Closed
Collaboratori:
Obiettivi formativi:

Il corso si propone di fare il punto sulla presenza e l'impatto della televisione sulla società italiana, in un contesto di grande e irreversibile mutamento che coinvolge anche le ecologie televisive (avvento del digitale, multicanalizzazione, proliferazione degli schermi e delle piattaforme etc.). Uno specifico focus sarà dedicato ai rapporti tra tv e politica, attraverso l’evoluzione del format talk show, che, in bilico tra influenze del potere e chances di democratizzazione, rappresenta alcuni dei tratti più caratteristici del Mediaevo.

Contenuto e articolazione del corso:

Il corso prevede una prima parte (24 ore) volte all’acquisizione di adeguate conoscenze sulla natura e il divenire del medium televisivo, sui modelli comunicativi e le pratiche di consumo attinenti alle diverse fasi della sua evoluzione, sulle principali teorie che si sono affermate nel dibattito scientifico e nel discorso comune sulla televisione.
Una seconda parte del corso (24 ore) si svilupperà intorno alle categorie concettuali che sono alla base delle rilevanti capacità trasformative della televisione sul piano dell’esperienza di vita quotidiana: innovazione, transizione, convergenza.  A partire da queste categorie, sono previsti dei focus specifici: sul Servizio Pubblico radiotelevisivo, quale principale industria culturale del paese; sulle audience televisive, indagando anche le più recenti novità intercorse in tema di rilevazione degli ascolti; sull’evoluzione della televisione italiana, prestando particolare riguardo al sistema regolamentare dell’audiovisivo.
Una terza parte del corso (24 ore) sarà dedicata ai rapporti tra tv e politica, attraverso l’evoluzione del format talk show televisivo, che, in bilico tra influenze del potere e chances di democratizzazione, rappresenta alcuni dei tratti più caratteristici del Mediaevo.

Conoscenze e competenze che saranno acquisite:

Al termine del corso, anche grazie alla ricostruzione storico-comparativa adottata, lo studente avrà dunque acquisito un’adeguata comprensione dei modi in cui il medium televisivo - in quanto tecnologia e forma culturale - ha contribuito a trasformare l’esperienza umana.
Avrà inoltre maturato la capacità critica necessaria ad applicare le conoscenze acquisite all’analisi delle trasformazioni che hanno segnato l'evoluzione della televisione, mettendo in luce i principali processi di cambiamento sociale, culturale e politico generati fuori dalla sfera dei media, con particolare riferimento al ruolo del Servizio Pubblico, alle dinamiche di ascolto, alla regolamentazione del settore audiovisivo, al rapporto tra tv e politica.
Proprio a partire da questi nodi tematici, le conoscenze saranno applicate in aula a concreti casi di studio, e messe in pratica incoraggiando gli studenti a selezionare e analizzare specifici format televisivi, collocandoli nel contesto sociale, culturale, politico e tecnologico di riferimento e svolgendo analisi di scenario utili a comprendere punti di forza e debolezza, opportunità e i rischi connessi alla loro collocazione nel mercato editoriale di riferimento.
Se quanto sopra è funzionale all’obiettivo di contribuire allo sviluppo delle capacità critiche e di giudizio dello studente, la pianificazione di momenti di discussione in pubblicodelle analisi condotte servirà all’implementazione delle sue capacità di comunicare quanto si è appreso.
L’insieme di queste conoscenze e competenze è mirato a stimolare un interesse verso una lettura sociologica dei prodotti televisivi, sensibile al nuovo e all’interdisciplinarietà, destinata a poter essere applicati in modo autonomo dallo studente.

Prerequisiti ed eventuali propedeuticità:

Non sono previsti prerequisiti né propedeuticità.

Modalità di valutazione dell'apprendimento e prova d'esame:

L’esame è orale, e prevede la verifica da un lato delle conoscenze delle principali teorie e dei principali modelli comunicativi applicati alla televisione, dall’altro della comprensione critica delle trasformazioni che hanno segnato l’evoluzione del medium in Italia, con specifico riferimento ai focus del corso (il servizio pubblico radiotelevisivo, le audience televisive, la regolamentazione del settore dell’audiovisivo, l’evoluzione del rapporto tra tv e politica).
La verifica di profitto prende anche in considerazione i risultati dei momenti di discussione pubblica organizzati durante il corso, volti a implementare le capacità di comunicare/trasmettere quanto appreso e a verificare l’acquisizione di capacità critiche e di giudizio, declinate nelle competenze di analisi di specifici format televisivi.

A chi è rivolto il corso:

Il corso è rivolto agli studenti di terzo anno del corso di laurea in Comunicazione, Tecnologie e Culture Digitali.

Coloro i quali dovessero ancora sostenere gli insegnamenti di Linguaggi e formati della radiotelevisione (ord. 509) o Teorie e tecniche del linguaggio radiotelevisivo (V.O.) possono fare riferimento a questa cattedra, ma sono pregati di contattare i docenti per quanto riguarda i programmi d'esame.

Come ottenere la tesi:

Contattare i docenti e/o recarsi a ricevimento studenti, se possibile con un progetto minimo (abstract, possibile strutturazione in capitoli, prima bibliografia di riferimento).

Metodi didattici:

Il corso si basa su una proficua integrazione tra lezioni frontali di taglio teorico, lezioni con ospiti, il cui contributo andrà nella direzione di fornire un punto di vista privilegiato su specifici aspetti tecnici, professionali o produttivi relativi al comparto televisivo, lezioni-evento basate su dibattiti a più voci su argomenti di interesse trasversale.
In particolare, le lezioni di taglio teorico riguarderanno prioritariamente l’acquisizione di un’adeguata comprensione dei modi in cui il medium televisivo ha contribuito a trasformare l’esperienza umana, e dunque alla parte del corso dedicata alle teorie e ai modelli comunicativi applicati alla tv in quanto oggetto di studio, e in parte a quella dedicata all’analisi dei rapporti tra tv e politica e al talk show televisivo.
Le lezioni con ospiti serviranno invece ad alimentare la capacità critica necessaria ad applicare le conoscenze acquisite all’analisi delle trasformazioni che hanno segnato l’evoluzione della televisione. In questo contesto, alcuni professionisti del comparto televisivo saranno chiamati (singolarmente o attraverso la costruzione di lezioni-evento che prevedano il confronto tra più voci) a portare agli studenti concrete esperienze relative ai focus del corso (il servizio pubblico radiotelevisivo, le audience televisive, la regolamentazione del settore dell’audiovisivo, l’evoluzione del rapporto tra tv e politica).

Modalità di valutazione della frequenza:

La presenza a lezione verrà registrata tramite foglio firme.

Testi d'esame:

PROGRAMMA FREQUENTANTI:

Oltre alle dispende disponibili sulla webcattedra l'elenco dei testi prevede:

1) M. Gavrila, La Crisi della tv. La Tv della Crisi. Televisione e Public Service nell’eterna transizione Italiana, FrancoAngeli, Milano, 2011.
2) G. Grignaffini, I generi televisivi, Carocci 2012
3) C. Ruggiero, Le sorti della videocrazia, Mondadori Università, Milano 2014

 

 

PROGRAMMA PER STUDENTI NON FREQUENTANTI

Oltre ai testi obbligatori, gli studenti non frequentanti devono aggiungere i seguenti testi:
1) “Il video e la terza rivoluzione di Internet: tendenze di mercato e prospettive di policy” scaricabile al link:  http://www.itmedia-consulting.com/DOCUMENTI/video_internet.pdf

2) Milly Buonanno (a cura di), Il prisma dei generi. Immagini di donne in televisione, Franco Angeli, 2014,

 




LETTURE CONSIGLIATE PER I FREQUENTANTI E I NON FREQUENTANTI:

1) Documento EBU 2015 “Contribution to society” scaricabile  al link:  http://questionari.mise.gov.it/docs/consultazione_servizio_pubblico/EBU-...

2) Documento EBU 2016 “Public Service Media in the 21st Century”
scaricabile al link: https://www3.ebu.ch/publications/psm-in-the-21st-century