DOCENTE

Professore Aggregato

Enrico Sarnelli
E-mail: enrico.sarnelli@uniroma1.it
Orario di ricevimento : Lunedì ore 15.00 -17.00
Sede: Via Salaria 113
Stanza: 219
Telefono: 0649918329

E’ ricercatore confermato in Discipline demoentoantropologiche e docente di Etnologia, e di Antropologia Culturale presso il Dipartimento di Comunicazione e ricerca sociale e la Facoltà di Scienze politiche, Sociologia, Comunicazione della Sapienza-Università di RomaLaureato con lode alla Facoltà di Scienze Politiche dell’Istituto Universitario Orientale, di Napoli, è Dottore di Ricerca (III ciclo) in Scienze Antropologiche e Analisi dei Mutamenti Culturali  Dopo un corso di perfezionamento in Francia presso l' l'Ecole des Hautes Etudes en Sciences Sociales di Toulouse, ha conseguito una borsa post-dottorato presso l’I.U.O. di Napoli.Attività ScientificaE’ membro del Collegio dei docenti del Dottorato in Scienze Antropologiche e Analisi dei Mutamenti Culturali presso l’Istituto Universitario Orientale di Napoli;E’ membro e socio fondatore dell’Associazione Internazionale di studi “Ernesto de Martino” e da anni collabora alla catalogazione all’analisi dei materiali dell’”Archivio Ernesto de Martino;E’ consulente per il settore antropologico dell’Istituto Italiano per gli Studi Filosofici di Napoli:È coordinatore dei seminari della Scuola di Alta Formazione di Bassano promossa in collaborazione dall'Istituto Italiano per gli Studi Filosofici di Napoli e l'Associazione Internazionale Ernesto De Martino:E’ membro e socio fondatore del gruppo di ricerca “Ricerca sul dono”;E’ consulente dell’Associazione AltramenteInteressi di RicercaI suoi interessi di ricerca si sono inizialmente concentrati sul ruolo della comunicazione sociale nella costruzione e divulgazione di rappresentazioni stereotipe delle alterità etniche ed ha collaborato alle prime ricerche italiane, per conto della Lega dei Paesi Arabi e della RAI, sulla rappresentazione dell'Islam e del mondo arabo nei media italiani. Nell'ambito di un interesse per la storia del pensiero antropologico, soprattutto per quel che concerne l'analisi dei processi simbolici, sono alcuni anni che collabora alle attività di ricerca e di studio dell'Associazione Internazionale Ernesto De Martino. In seguito si è soprattutto interessato di processi migratori e ha svolto indagini sulle dinamiche di inserimento degli immigrati sengalesi nei mercati della Campania. (Napoli e provincia). Successivamente si è occupato del ruolo dello humour nelle relazioni interetniche, con un riferimento particolare alla grafica satirica italiana ed internazionale.I suoi più recenti interessi di indagine riguardano le pratiche di dono come forma di mediazione interculturale, sia in una prospettiva etno-storica, con particolare attenzione all’area caraibica e mesoamericana nei secoli XVI e XVII, sia nelle moderne società complesse. Attualmente sta completando un’indagine sull’idea di Occidente come costruzione culturale nell’antropologia americana ed inglese ed ha in progetto uno studio sul funzionamento dell’economia informale a Cuba.Pubblicazioni RecentiRire des religions dans le monde globalisé: l'image de l'islam dans le graphisme satirique italien, Ridiculosa, n.15, 2008;Mimesi e nemesi del Dono: Scambi complessi nelle Antille, in D. Falcioni (a cura di), Cosa significa donare?, Napoli, Guida, 2011, pp.71-138;"Diede a nobili indios dei monili perché se ne adornassero": Scambi fra estranei in Mesoamerica, in G. Faldetta & S. Labate ( a cura di), Il dono: valore di legame e valori umani. Un dialogo interdisciplinare, Palermo, Di Girolamo, 2013;"“Dove erano gli antropologi quando l’Occidente tramontava?” L’antropologia americana e inglese nel dibattito sull’Occidente fra le due guerre, in Falcioni, D. (a cura di), Genealogie dell'Occidente, Torino, Bollati Boringhieri (in stampa)Attività DidatticaDal 1995 al 2000 è stato professore a contratto di Antropologia delle relazioni interetniche presso l'Istituto Universitario Orientale di Napoli. Ha svolto inoltre attività di docenza presso numerosi enti (“IPALMO” di Roma, “ARCI” di Napoli, “CIES” di Firenze, “Laici Terzo Mondo” di Caserta, Provveditorato agli Studi Napoli) in corsi di formazione per mediatori culturali e di aggiornamento dei docenti. Dal 2001 è ricercatore confermato in Discipline Demoetnoantropologiche (M-Dea 01) presso la il Dipartimento di Comunicazione e ricerca sociale e la Facoltà di Scienze Politiche, Sociologia, Comunicazione della Università di Roma La Sapienza- e da tale data ha tenuto insegnamenti nelle materie di Antropologia Culturale, Etnologia, Antropologia dello Sviluppo dei corsi di laurea della Facoltà di Scienze della comunicazione e del Dipartimento di Comunicazione e ricerca sociale nelle sedi di Roma e Pomezia.

Pagine